circolari 33 e 32/RU/2019 e mobilità del personale contrattualizzato con l'Amministrazione civile dell'Interno

Roma -

 

Al MINISTERO INTERNO  
Dipartimento Politiche del Personale
dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie

Ufficio IV – Relazioni Sindacali
c.a. del Direttore Vice Prefetto
dott.ssa Tania GIALLONGO

 

 

Si fa seguito alle circolari in oggetto marginate per sapere delle graduatorie dei trasferimenti ordinari ed ex l.104 del personale vincitore di pubblico concorso, per titoli ed esami, per l’assunzione di complessive 650 unità di personale nel profilo professionale di coadiutore amministrativo contabile, area funzionale B, posizione economica B1, per le esigenze dello Sportello Unico per l’Immigrazione presso le Prefetture – Uffici territoriali del Governo nonché degli uffici delle Questure, indetto con decreto ministeriale 3 settembre 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ serie speciale «Concorsi ed esami» del 7 settembre 2007, e delle successive procedure concorsuali indette con decreto del Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze del 16 dicembre 2013, ma anche di tutto il rimanente personale assunto direttamente a tempo indeterminato e contrattualizzato con l’Amministrazione civile dell’Interno.

 

Riguardo il personale vincitore di pubblico concorso, per titoli ed esami, per l’assunzione di complessive 650 unità di personale nel profilo professionale di coadiutore amministrativo contabile, area funzionale B, posizione economica B1, per le esigenze dello Sportello Unico per l’Immigrazione presso le Prefetture – Uffici territoriali del Governo nonché degli uffici delle Questure, indetto con decreto ministeriale 3 settembre 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ serie speciale «Concorsi ed esami» del 7 settembre 2007, e delle successive procedure concorsuali indette con decreto del Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze del 16 dicembre 2013, sembra che il Capo Dipartimento, Prefetto Varratta, abbia deciso di considerare decadute le domande di trasferimento/assegnazione temporanea giacenti anche da anni presso codesto Dipartimento e di prendere in considerazione esclusivamente le domande proposte ex novo come da circolare 33RU2019, considerando, per tutto il personale del citato concorso, l'anzianità di domanda con decorrenza dal 31/12/2019.

Parrebbe, inoltre, che le domande inoltrate dal citato personale, sarebbero state messe in coda alla graduatoria del rimanente personale non dirigente contrattualizzato con l’Amministrazione civile dell’Interno, seguendo l'ordine di merito della graduatoria di cui al concorso già dettagliato.

Si chiede di chiarire quanto sopra riportato, specificando anche se il Dipartimento Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie del Ministero dell’Interno,

INTENDA:

  1. Per le graduatorie di trasferimento ordinario, per quelle di trasferimento per la legge 104/92, per quelle di aggregazione temporanea a norma dell’ art 42 bis D.lgs. N 151/2001, predisporre anche una graduatoria cumulativa dei vari istituti, in modo tale che le varie richieste dei colleghi che eventualmente non potessero trovare accoglimento, possano essere processate contemplando, nell'insieme, un punteggio cumulativo che tenga conto anche dei singoli istituti per i quali viene chiesto il trasferimento/aggregazione.
  2. Laddove non fosse possibile procedere subito con i trasferimenti nelle sedi richieste, proporre eventuali sedi vicine nonché proporre scambi ed eventuali assegnazioni temporanee.
  3. Per la formazione della graduatoria del personale vincitore di pubblico concorso per titoli ed esami per l’assunzione di complessive 650 unità di personale, pubblicato in GU «Concorsi ed esami» del 7 settembre 2007, considerare l'art.55 comma 7 del CCNL FC che così recita: «7. In caso di assunzione a tempo indeterminato, i periodi di lavoro con contratto a tempo determinato già prestati dal dipendente presso la medesima amministrazione, con mansioni del medesimo profilo e area o categoria di inquadramento, concorrono a determinare l’anzianità lavorativa eventualmente richiesta per l’applicazione di determinati istituti contrattuali, incluse le prescrizioni di cui all’art.35 comma 5-bis del Testo unico sul Pubblico impiego (Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e ss.mm.ii)».
  4. Per le precedenti richieste di mobilità ordinaria/straordinaria e/o assegnazioni temporanee e/o scambi già trasmesse a codesto Dicastero prima del dicembre 2019, che ai sensi della L.241/1990 e ss.mm.ii, vengano comunicate, laddove opportune, eventuali richieste di integrazioni e/o chiarimenti, necessarie alla compiuta adozione del provvedimento amministrativo, che dovrà comunque essere adottato e notificato.
  5. Dotarsi di un applicativo informatico per la proposizione delle richieste de quo e che consenta oltre l'allegazione di documenti, anche il monitoraggio dello stato di avanzamento della richiesta, direttamente al proponente.
  6. Chiarire se il personale vincitore dei seguenti pubblici concorsi:

a) Pubblico concorso, per titoli ed esami, per l’assunzione di complessive 650 unità di personale nel profilo professionale di coadiutore amministrativo contabile, area funzionale B, posizione economica B1, per le esigenze dello Sportello Unico per l’Immigrazione presso le Prefetture – Uffici territoriali del Governo nonché degli uffici delle Questure, indetto con decreto ministeriale 3 settembre 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ serie speciale «Concorsi ed esami» del 7 settembre 2007, e delle successive procedure concorsuali indette con decreto del Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze del 16 dicembre 2013;

b) Pubblico concorso, per titoli ed esami, a 250 posti per l'assunzione a tempo indeterminato di personale altamente qualificato per l'esercizio di funzioni di carattere specialistico, appartenente al profilo professionale di funzionario amministrativo, area funzionale terza, posizione economica F1, del ruolo del personale dell'Amministrazione civile dell'interno, da destinare esclusivamente alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale ed alla Commissione nazionale per il diritto di asilo. (GU n.33 del 02-05-2017);

faccia parte, a tutti gli effetti, del Dipartimento Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile e per le Risorse Strumentali e Finanziarie del Ministero dell’Interno e abbia i medesimi diritti degli altri colleghi non dirigenti contrattualizzati con l’Amministrazione civile, oppure se sia intenzione di codesto Dipartimento, formalizzare le disparità di trattamento istituendo una specificità per tale personale.

Roma, 29/01/2020

Il Coordinamento USB PI Ministero Interno

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni